min mobiligiardino7Arredare gli spazi esterni è come arredare un ambiente interno della vostra casa.
Per soddisfare i gusti diversi e le diverse necessità oggi ci sono svariati materiali che ci aiutano nella scelta di mobili da giardino più adatti alle vostre esigenze.

 

  • I mobili da giardino in polipropilene ad iniezione sono elementi di design che possono avere forme pulite ed essenziali o arrotondate ed avvolgenti.
    Il polipropilene è un materiale plastico leggero, ma resistente agli urti, adatto all’uso esterno in quanto ha una buona resistenza ai raggi uv e all’acqua. Inoltre è riciclabile al 100%! 
    Si utilizza per sedie, poltrone, divani e vasi da giardino che si collocano molto bene anche negli ambienti interi della casa. Esiste una vasta scelta di colori e non necessita di particolari manutenzioni.
    Gli arredi da giardino in polipropilene permettono di creare delle atmosfere molto suggestive negli spazi aperti. Infatti, oltre ad avere forme affascinanti, posso essere anche luminosi: le lampade al loro interno sono adatte all' uso esterno e possono anche cambiare colore grazie ai led rgb disponibili sul mercato. Si possono anche utilizzare in piscina per un effetto veramente scenografico!
  • Alluminino: resistente, leggero e riciclabile al 100% viene usato per tavoli, sedie e mobili da giardino. La verniciatura a polveri epossidiche, anche in vari colori, ne garantisce la massima resistenza alle intemperie e quindi l’uso per l’esterno.
  • HPL è un piano composto da vari strati di cartone impregnati di resine che vengono pressati ad alta pressione e temperatura. Questo trattamento lo rende idrorepellente e resistente alle intemperie e quindi adatto all’uso esterno ed in ambienti umidi. Viene quindi utilizzato anche come piano per tavoli e mobili da giardino.
  • L’intreccio sintetico ha sostituito il midollino nei mobili da giardino per motivi di resistenza e praticità di manutenzione. L’intreccio dei mobili da giardino viene eseguito intorno ad un telaio interno che, per essere più resistente e duraturo, deve essere in alluminio o acciaio verniciati a polveri epossidiche. Esistono diversi tipi e colori di intreccio sintetico per poter arredare il giardino con il vostro personale tocco.

Per chi ama il legno e non vuole rinunciare al gusto tradizionale e al senso di calore e accoglienza che trasmette, i tipi più adatti alla produzione di arredi per il giardino sono:

  • il teak, un legno esotico molto pregiato per le sue bellissime venature e per le sue eccellenti proprietà fisiche, è idrorepellente e resistente alla salsedine e agli agenti atmosferici, è robusto ma allo stesso tempo morbido e facile da lavorare. Il teak più pregiato contiene una resina oleosa che lo protegge da insetti, funghi ed escursioni termiche.
  • Il legno di iroko è un legno esotico meno pregiato del teak che ha comunque delle ottime caratteristiche: resiste molto bene all’acqua e agli balzi di temperatura ed ha una buona lavorabilità. Trattato con oli particolari diventa inattaccabile da funghi e insetti che potrebbero danneggiarlo.
  • Il larice è un legno europeo, ma quello più utilizzato proviene da coltivazioni ecosostenibili italiane. Per la sua longevità e resistenza agli agenti atmosferici, con un adeguato trattamento di verniciatura, è adatto per la costruzione di mobili da giardino.
    I mobili da giardino in legno, al contrario di quelli in polipropilene, hanno bisogno di manutenzione periodica di carteggiatura o verniciatura a seconda del tipo di legno utilizzato.

I cuscini per la sedie e i divani da giardino devono essere confezionati con tessuti idrorepellenti per respingere l’acqua o drenanti per rilasciare l’acqua ed asciugare rapidamente. Anche l’imbottitura interna deve essere drenante in modo da non assorbire o ritenere umidità all’interno, evitando così la formazione di muffe e funghi.

min mobiligiardino1  min mobiligiardino2  min mobiligiardino3  min mobiligiardino4 min mobiligiardino5 min mobiligiardino6 min mobiligiardino7